Capitolo 4) Una proposta per unire i cittadini fuori dagli schieramenti

95 Una nuova entità politica che ci faccia passare dalla sudditanza alla sana cittadinanza.

Questo tentativo vuole essere un contributo a disposizione di chiunque abbia a cuore le sorti del proprio Paese, così propone un insieme di elementi di riflessione, approfondibile ed ampliabile da un dibattito che si svolga tra i cittadini, le imprese, la cultura e la ricerca, tra chi ami l’Italia nel Sud, nel Centro, nel Nord, e voglia vederli uniti, aspirando ad un importante ruolo del Paese in un’Europa tutta da costruire. Cittadini provenienti dai diversi ambiti, che vogliano incontrarsi con uno spirito libero dai pregiudizi e dagli schemi della partitica, che si ascoltino e si riconoscano come persone dalla cui esperienza e concretezza si possa partire per definire un programma di Cambiamento in profondità. Persone che capiscono la fondamentale importanza di incontrarsi provenendo da culture ed esperienze differenti, per andare oltre la limitatezza imposta dagli schieramenti.

Credo che siano i cittadini di tutte le fasce sociali, e delle varie realtà che compongono il Paese, a dover mettere a fuoco il programma che vogliono. Sfidando l’idea che i cittadini debbano aspettare le grandi manovre o il balbettio dei partiti, provo ad iniziare a vedere quali possibilità costruttive si determinerebbero attraverso un programma di Cambiamento del Paese che prescindesse dagli schieramenti. Niente di mirabolante né miracolistico, solo elementi di riflessione, molti dei quali nemmeno nuovi e oggetto delle ripetute osservazioni di molti studiosi, però soffocati dall’inconcludente litigiosità e dalla marea di inutili finti obiettivi a lungo imposti dai partiti. Alcuni di questi elementi sono diventati oggetto di dibattito anche in seguito all’attività intrapresa dal governo di natura tecnica insediatosi a fine 2011, e altri potrebbero essere oggetto delle scelte alle quali obbligheranno le mutate condizioni politiche e la straordinaria gravità delle condizioni del Paese. Continua a leggere